Veneto - città e tradizioni

Territorio del Veneto

Il Veneto, nel nord-est dell'Italia continentale, si stende fra le Alpi e il mare Adriatico. Confina: a nord con l'Austria e il Trentino Alto Adige, a est con il Friuli Venezia Giulia, a ovest con il Trentino Alto Adige e la Lombardia, a sud con l'Emilia-Romagna. A est, il Veneto è bagnato dalle acque dell'Adriatico.

Fino a tutti gli anni '50 il Veneto, insieme al Trentino Alto Adige e al Friuli Venezia Giulia (o, come venivano anche denominati, le Tre Venezie) era una regione povera rispetto al resto dell'Italia settentrionale. Proprio per la scarsità di posti di lavoro e, soprattutto, di industrie essa è stata a lungo interessata dal fenomeno dell' emigrazione. I movimenti migratori, diretti nell'Ottocento essenzialmente verso l'America, la Francia, il Belgio e la Germania, si sono indirizzati in seguito verso Milano e Torino.

Negli ultimi decenni lo sviluppo economico che ha interessato l'intera area (e quindi anche il Trentino-Alto Adige e il Friuli-Venezia Giulia) ha dato origine a una nuova regione economica dotata di grande dinamismo, ampliatasi gradualmente lungo gran parte del litorale adriatico. Nel Veneto l'espansione economica e le conseguenti trasformazioni del paesaggio si sono limitate soprattutto alle zone pianeggianti.

Montagne

La montagna (Dolomiti, Alpi Carniche, Prealpi venete), rimasta l'«area debole» della regione, conserva i suoi caratteri originari, ma tende anche a subire un progressivo degrado a causa dello spopolamento. Unica località, nel Bellunese, capace in parte di frenare l'esodo verso le pianure è Cortina d'Ampezzo. Situata in bellissima posizione sotto la cima delle Tofane, questa cittadina di 8100 abitanti, è stata teatro di un'impetuosa espansione edilizia dotando si di servizi specializzati (banche, grandi alberghi, residences, negozi di lusso, ecc.), ma non ha perso del tutto il suo volto di borgo di montagna. Nelle zone montuose sono importanti i passi di montagna, specie quelli dolomitici (Rolle, Sella, Pordoi, Falzarego, Tre Croci). La loro funzione è di assicurare, specialmente nelle stagioni turistiche, i collegamenti tra le varie valli.

Fiumi

Tra i fiumi che bagnano la regione vi è anzitutto il Po, che segna, nel suo tratto terminale, il confine sud del Veneto; poi l' Adige, il Bacchiglione, il Brenta, il Sile, il Piave, il Livenza, il Tagliamento, il Naviglio di Brenta (fra Padova e Venezia).

Laghi

Tra i laghi, oltre al Garda, vi sono quelli di Misurina, di Auronzo, di Santa Croce, di Pieve di Cadore e di Alleghe.

Clima

Il clima del Veneto è prevalentemente continentale. La temperatura tuttavia è più mite sulla fascia costiera, nelle località prealpine e nella zona del Garda.